portfolio

LA 7, 2004-205

Due sul divano è un talk-show trasmesso da LA7 e poi replicato da Jimmy. Il format del programma, il cui titolo parafrasava quello del celebre film di Ronald Neame, prevedeva una serie di duelli verbali tra due personaggi conosciuti al grande pubblico, durante i quali si intervistavano a vicenda, cercando di mettersi reciprocamente in difficoltà, e rispondendo alle domande del pubblico. La novità consisteva nel fatto che i battibecchi tra i protagonisti e con il pubblico, orientati da un tema diverso per ogni coppia, non venivano mediati dalla figura di un conduttore ed erano tassativamente limitati da un breve tempo predefinito e cronometrato. Allo scadere del tempo concesso un gruppo di «facchini» sollevava il divano ed i soprastanti personaggi per portarli fuori scena e, successivamente, introdurre la nuova coppia di sfidanti.

Tra i protagonisti: oltre a Maria Pia Timo, Fabio Ferri, Francesca Zanni, Enrico Brignani, Ugo Dighiero, Paolo Belli, Vito, Enzo Salvi, Sasà Salvaggio, Sabina Nobile; Antonelli Fassari.

Di Massimiliano Bruno.

Regia di Cristiano D’Alisera.

DALLA STAMPA: “Sembra impossibile immaginare un programma televisivo di intrattenimento senza una delle sue figure fondamentali: il conduttore.   Eppure su La7 il mercoledì sera va in onda, intorno alle 22.30, “2 sul divano”, ovvero uno spettacolo di improvvisazione comica che riesce a reggersi in piena autonomia, senza la figura di un cerimoniere che conduca il gioco.

Un po’ spiazzati all’inizio, per la mancanza di una figura così familiare, ci si rende però conto che la formula può risultare vincente.   Il vero centro del palco è dunque un gran divano bianco ed il gioco di improvvisazione nasce dall’incontro di due personaggi assortiti, scelti fra giovani comici, attori, qualche ‘prezzemolino’ della tv e vecchie volpi da palcoscenico.   Il tempo a disposizione per il dibattito è limitato, dopo alcuni minuti infatti arrivano dei “barellieri” che portano letteralmente via il divano, sollevandolo di peso insieme a suoi occupanti a volte ancora impegnati in un confronto serrato.

I temi toccati sono tanti, si parla di politica, di divario tra nord e sud, di situazioni di vita vissuta, in un continuo punzecchiarsi a vicenda da parte dei due protagonisti di turno. Si parte da un tema iniziale ma è proprio il carattere di improvvisazione che fa uscire subito il discorso dai binari iniziali per entrare in territori inesplorati.

Il pubblico presente nella sala, nell’interno del suggestivo Acquario Romano, partecipa attivamente al confronto, confermando così quel carattere di massima interattività ed improvvisazione che caratterizza questa nuova produzione targata La7”.